L'igiene nel Mondo - AustraliaL'igiene nel Mondo - Australia
 
Igiene&Pulizia > Igiene

L’igiene nel mondo – Australia

Tempo di lettura - Regina Paper for People Tempo di lettura previsto: 2 min

Il 26 Gennaio di ogni anno ricorre l’Australia Day, la festa nazionale di questo enorme Paese, famoso in tutto il mondo per alcuni monumenti e bellezze naturali di incredibile fascino, per animali esotici come il canguro o il quokka, per il numero esorbitante di ore di volo necessarie ad arrivarci.

L’Australia Day rappresenta tutto quel che significa essere australiani: una celebrazione di libertà, ottimismo, multiculturalità e di rispetto per la storia, una storia molto recente, soprattutto se confrontata con il bacino del Mediterraneo o la Cina.

Il 26 gennaio 1788 infatti attraccò a Port Jackson, l’attuale porto di Sydney, la prima flotta inglese capitanata da Sir Arthur Phillip che vi creò una colonia penale della corona.

Una terra ricchissima, florida e inviolata che apparteneva da sempre alla popolazione indigena, ma che ben presto venne trasformata nella meta ideale di una vera e propria invasione per accaparrarsi l’oro e le terre da pascolo. Una colonizzazione così rapida che già nella prima metà dell’800 erano state fondate tutte le principali città odierne.

L’igiene in Australia

L'igiene nel Mondo - Australia

In Australia, i parchi, le piazze e le strade sono talmente pulite e curate da sembrare quasi finte e i rumori di fondo, a cui noi siamo abituati al punto da non accorgercene più, sono praticamente inesistenti.

Gli australiani adorano le docce, tanto da farne in media più di una al giorno e sarà anche per questo che nei Chemist Discount (farmacie convenienti) si trovano oltre ai medicinali anche tutto quel che serve per l’igiene personale e della casa.

Lo standard di igiene è piuttosto elevato, soprattutto in campo alimentare, ma l’attenzione degli italiani ai dettagli di pulizia in Australia manca proprio.

Così come manca un minimo di standard nella gestione dello spazio… incredibile vero?

Nonostante gli australiani abbiano a disposizione migliaia di metri quadri a persona, le stanze degli hotel e degli ostelli, così come altri spazi “pubblici” come ristoranti e bar, discoteche o negozi non sono minimamente commisurati allo spazio geografico. Una vera e propria corsa allo stare “vicini” in un paese grande 25 volte l’Italia.

Viceversa appare come fortissimo il rispetto e la tutela dell’ambiente naturale, con regole ferree di smaltimento dei rifiuti o delle braci dopo un barbecue.

 
Articoli correlati